<% id_sezione = 2 %> *Benvenuti a Tussio* ____ Il paese pi bello del mondo

 

Piccolo giornale di Borgo

Notizie belle e brutte

Archivio notizie
- Archivio 2017

- Archivio 2016
- Archivio 2015
- Archivio 2014
- Archivio 2013
- Archivio 2012
- Archivio 2011
- Archivio 2010
- Archivio 2009
- Archivio 2008
- Archivio 2007
- Archivio 2006
- Archivio 2005
- Archivio 2004

Tussio in foto

 

ARCHIVIO NOTIZIE - 2017

 


Foto di Nicola De Camillis Baiocchi- 2015- (cliccare sulla foto per ingrandire)

foto sostituita il 5 dicembre 2017

 

Foto di Toni Santogrossi - 19 gennaio 2017- (cliccare sulla foto per ingrandire)

sostituita il 12 maggio 2017

 


Foto di Toni Santogrossi - 8 maggio 2015 - (cliccare sulla foto per ingrandire)

sostituita il 20 gennaio 2017

____________________________________________

30 dicembre 2017

info@tussio augura, a tutti i paesani e ai visitori del sito, un "buon" 2018.

________________________________________

28 dicembre 2017

Prima neve a Tussio


foto inviata da Luigino Carosi

___________________________________

11 dicembre 2017

Ieri, il compaesano Pino Barbato, è venuto da Roma per donare alla comunità tussiana il presepe da lui realizzato.
La rappresentazione, posta alla Congrega, è veramente suggestiva e ammirevole.
La Natività è ambientata a Tussio.
Gli effetti di luce che illuminano la scena vanno dalla notte all'alba, dal giorno al tramonto.

Il nostro campanile, attaccato alle mura della sagrestia, con l'orologio funzionante, domina la scena sulla destra di chi guarda.
Poi c'è la fontana con lo stemma di Tussio.
Quindi, sopra la "grotta" dove nasce il Bambino, c'è la casa con la balconata e gli affreschi ottocenteschi di Angelina Evangelista.

Grazie Pino a nome e per conto di tutti.

ingrandite le foto cliccandoci sopra

_________________________________________

29 novembre 2017

Inizia la festa .... ecco il programma

Natale nel Borgo di Tussio

Il 2e il 3 dicembre torna "Natale nel Borgo di Tussio" e per l'occasione l'Associazione Tradizione e Cultura chiede la cortese collaborazione di quanti vogliano mettere a disposizione forza lavoro e locali per ospitare artisti e artigiani.

Per info contattare: Daniela 3334171098, Fabiana 3280590959, Marco 3494948234.

Un saluto a tutti!

______________________________________________________

29 novembre 2017

In gennaio 2018 inizia anche a Tussio con la raccolta differenziata.
Bisogna andare in Comune a ritirare i mastelli e il vademecum illustrativo.
Ecco i giorni e gli orari di apertura degli uffici.

________________________________________________

8 settembre 2017

Oggi, al termine della celebrazione in onore della Madonna di Loreto tenutasi sul piazzale antistante la chiesetta fuori del paese; con gran stupore dei presenti è stata data la lettura dei nomi dei nuovi procuratori delle feste; una tradizione che negli ultimi anni si era persa ma che è stata piacevolmente ripristinata:

Comitato feste Santa Anatolia e SS. Maria Addolorata 2018
- Antonella Codeferi
- Alessandra De Meis
- Luana De Rubeis
- Chiara Lazzerini
- Giulio Santogrossi

Auguriamo al Comitato un "in bocca al lupo" per il prossimo anno.

_________________________________________

4 settembre 2017

La famiglia di Vanda Santogrossi, gli amici e gli studenti che negli anni '60 e '70 hanno frequentato la Biblioteca Provinciale Tommasi dell'Aquila, info@tussio.it, ricordano Ennio Casilio con un piccolo cenno di biografia:

E' venuto a mancare all'affetto dei suoi cari Ennio Casilio. Era amato e stimato da tutti per la sua bontà e per la sua simpatia che ispirava nel relazionarsi con il prossimo. Funzionario della Biblioteca Provinciale di L'Aquila, dai suoi colleghi era chiamato "il galantuomo, il signore della biblioteca", per i suoi modi gentili con cui si rapportava con gli studenti degli 1960/1970 che frequentavano la Biblioteca e da lui seguiti negli studi consigliando libri e testi per la preparazione di ricerche e per le tesi di laurea. Ora quei ragazzi sessantenni e più, certamente, lo ricorderanno con affetto e nostalgia.
Nel corso della vita è stato anche Presidente della sezione ex combattenti della I^ Guerra Mondiale di Castelnuovo di San Pio delle Camere e membro dell'Associazione Storia Patria.
Cavaliere della Repubblica, fu poi insignito anche dell'Onorificienza di Ufficiale. Persona a modo se n'è andato con la sua innata riservatezza nelle prime ore del primo di settembre.

___________________________________________

22 agosto 2017

Ieri, puntuale alle ore 18,00, è arrivata, ancora una volta, a Tussio, la fiaccola del Perdono e della Pace nel nome di Celestino V (San Pietro da Morrone). Manifestazione organizzata dal Movimento Celestiniano dell'Aquila. Partita da Sulmona per arrivare ad accendere il tripode della Paca a L'Aquila il giorno 23 agosto, dando il via alla 723° Perdonanza Celestiniana. 

Floro Panti, il massimo esperto delle "cose" celestiniane e, presidente del Centro Internazionale Studi Celestiniani, all'interno della nostra Congrega,ci ha informato sulla finalità della marcia e delle iniziative collaterali che il Movimento Celestiniano ha messo in funzione.

Dice Panti: "Quest’anno inoltre, il Fuoco del Morrone in Festival torna a far rivivere l’Antico Cammino del Perdono “Sui Passi di Celestino”, un’esperienza di cammino a piedi aperta a tutti, durante la quale poter scoprire passo dopo passo i luoghi più belli e nascosti dell’Abruzzo interno nonché fare esperienza di amicizia con i pellegrini in viaggio lungo analoghi percorsi di fede e spiritualità, come il Cammino di Francesco.

In questa edizione del Fuoco del Morrone saranno tutte donne le tedofore che porteranno la fiaccola lungo il cammino, in continuità con il tema “la Donna nella storia” che caratterizza questa edizione della Perdonanza". 

Il nostro compaesano, anima, organizzatore insieme a tutta la famiflia (moglie, figlie e generi), Pierino Giorgi, ha ricordato come lui fosse,e, sempre,si sente tussiano.
Ci ha, inoltre, annunciato un progetto, in corso d'opera, per rivitalizzare Tussio. Scaramanticamente non ci ha detto di cosa si trattasse "finchè - ha detto - non c'è certezza che vada in porto". Speriamo bene.

 

Ecco la fiaccola della Pace con i tedofori.
Questi signori, di corsa,portano il fuoco da Sulmona a L'Aquila.
Pensate che su 10 tedofori 5 sono tussiani o legati a Tussio.
da sinistra, in piedi ricosciamo Claudia Giorgi (figlia di Pierino) fra il marito e Marco Iacobucci, poi il veterano Gianni Giorgi e Marzio Iacobucci, papà di Marco e marito di Lucilla Giordani.

__________________________________

21 agosto 2017

LOTTERIA DI BENEFICIENZA 2017 

A conclusione delle Feste di Santa Anatolia e SS. Maria Addolorata è stata effettuata l'estrazione della lotteria. Riportiamo di seguito i biglietti vincenti:

1° Premio: Apple IPhone 7 32 GB - biglietto numero 0534

2° Premio: Lavatrice Beko - biglietto numero 0806

3° Premio: Fotocamera digitale Canon Ixus - biglietto numero 0914

4° Premio: BraccialeDonna Brossway Romeo & Giuliet - biglietto numero 1133

5° Premio: Buono benzina da 50 € - biglietto numero 1461

Per ritirare i premi ci sarà tempo fino al 19 ottobre 2017
seguendo le modalità riportate sul biglietto.

_____________________________________

17 agosto 2017

Il "compaesano" Pino Barbato, non poteva lasciare trascorre l'estate senza lasciare qualche sua opera al paese.

Quest'anno, ha resturato (sverniciato e riverniciato) il portoncino della Congrega. Unica chiesa agibile presso la quale si celebrano le funzioni religiose.
Ripetiamo ciò che abbiamo scritto lo scorso anno ... ," è l'esempio di persona che si mette, autonomamente, a disposizione della comunità in "silenzio" ma con molta efficacia. Senza che nessuno gli chieda nulla."
Infotussio, esprime, come sempre, a Pino (Giuseppe) Barbato gratitudine e riconoscimento per i lavori fatti.

 

_____________________________________

17 agosto 2017

Riportiamo di seguito il programma delle Feste in onore di Sant'Anatolia e della SS. Madonna Addolorata previste per il 19 e 20 agosto:

19 agosto:
Ore 8 Apertura festa con giro del paese con il “Complesso Bandistico Città di Archi”
Ore 12 Santa Messa in onore della “Madonna Addolorata” e processione per le vie del paese.
Ore 16 “Pomeriggio di Illusioni” - spettacolo per bambini e adulti
Ore 19 Inizio serata in compagnia di “Ci manna…RINO”

20 agosto:
Ore 8 Apertura festa con giro del paese con il “Complesso Bandistico Città di Archi”
Ore 12 Santa Messa in onore di “Sant’Anatolia” e processione per le vie del paese.
Ore 16 Intrattenimento con giochi per bambini e adulti - “Gonfabili”
Ore 21 Inizio serata in compagnia dei “THE WHEELIES”
Ore 23 Estrazione lotteria.

_____________________________________

7 agosto 2017

Su iniziativa di alcune compaesane, Tonia Ranalli in testa, nella serata del 12 agosto p.v., assisteremo, in piazza, ad un concerto di una cover band più apprezzate.

Lo spettacolo è stato offerto dagli sponsor trovati dalle organizzatrici. Nessun contributo economico è stato chiesto ai tussiani.
Ad essi si chiede una colorosa partecipazione.

L’Evento “Serata a tutta birra e non solo …” è un’occasione per ravvivare questo antico paese che, per una serata, sarà allietato dalla musica di “Zio Rufus and the Funky Gallo Band”.
“Zio Rufus and the Funky Gallo Band” nasce nel 2008 dal desiderio di Stefano (voce) di creare una tribute band di Zucchero.
Nonostante i pochi anni di attività, gli Zio Rufus, compaiono tra le cover band riconosciute dal Fan club di Zucchero.

Durante la festa potrete gustare la porchetta dei “Fratelli Rovo” accompagnata da fiumi di birra artigianale “Anbra”.

Tussio, antico borgo frazione del comune di Prata D’Ansidonia, sorge nel cuore della piana di Navelli  in provincia dell’Aquila.
Per raggiungerlo percorrere la Statale 17 e, da qualsiasi direzione si arriva, uscire al bivio di San Pio delle Camere.

 

___________________________________

1 agosto 2017

Il 5 agosto 2017 alle ore 17.00 verrà celebrata la messa in onore della Madonna della Neve nello spazio antistante la chiesa omonima ai piedi del paese.
Si invita la popolazione a partecipare.

_______________________________________

1 agosto 2017

Cari Tussiani stiamo tornando con i volontari di Nuova Acropoli e la gara di orientamento!
Appuntamento il 1 agosto alle 21:30 in piazza.
Chi vuole potrà anche iscriversi e partecipare.

Inoltre il 2 alle 18 alla fiera dell'Ansidonia ci saranno clown, burattini e tanto altro,
per la gioia dei più piccoli.

Vi aspettiamo numerosi.

__________________________________________

29 luglio 2017

Leggete cosa e chi sta ospitando Tussio in questi giorni:

Nella splendida cornice del borgo di Tussio (AQ), con il patrocinio del comune di Prata d'Ansidonia, dal 26 al 30 luglio si stanno svolgendo  il secondo incontro internazionale di FlorCert e gli esami di certificazione europea per il Floral designer, nel progetto Erasmus +K 2.

Florcert  è il risultato di un lungo progetto sostenuto e riconosciuto, negli anni, dalla Comunità Europea (progetto Leonardo) e si occupa della formazione professionale del floral designer.  

Il partenariato coinvolge diverse nazioni europee, Svezia, capofila del progetto, Finlandia, Croazia, Slovenia, Slovacchia e Italia.

A Tussio è stato ratificato  l'ingresso di tre nuovi partners italiani: l'Associazione Tradizione Cultura di Tussio di Prata d'Ansidonia (AQ), Verdant International  Floral School di Concordia Sagittaria (VE) e Associazione fioristi Puglia e Basilicata (BA).

Gli istituti di istruzione e formazione professionale possono, nell'ambito di Erasmus +, collaborare  al miglioramento delle metodologie di istruzione e di formazione professionale in tutta Europa nell'arte floreale.  

In questi giorni il board di FlorCert  ha  lavorato alla stesura dei  diversi capitoli del libro di testo che gli allievi dovranno conoscere per poter affrontare l'esame di certificazione europea. La  prima certificata abruzzese,dal 2010, è  proprio di Tussio ed è la floral designer Daniela De  Rubeis.

FlorCert ringrazia l'amministrazione Comunale e la cittadinanza tutta per la calorosa e accogliente ospitalità ricevuta in questi giorni di intenso lavoro.

________________________________________

19 luglio 2017

il 21, 22 e 23 luglio si svolgerà a Peltuinum (all'Ansidonia) un festival teatrale risultante dal progetto di training innovativo per dare spazio alla creatività di giovani attori.
E' stato fatto anche l'anno scorso e vale, veramente, la pena di viverlo.

_____________________________________________

14 luglio 2017

Ieri è apparsa, sul giornale onlina News-Town, una notizia importante che riguarda il nostro compaesano Fabrizio Ciccarelli.

Fabrizio è stato candidato, per la lista "Il Passo Possibile" in appoggio al candidato del centro-sinistra, Americo Di Benedetto, alle scorse elezioni amministrative per il Comune dell'Aquila, che si sono svolte, in ultima fase il 25 giugno.

Ha vinto il candidato del centro-destra, Pierluigi Biondi e, Fabrizio, pur avendo preso tantissime preferenze, non è rientrato al Consiglio Comunale.
(Con una punta di orgoglio paesano, possiamo dire che, Tussio, lo zampino ce lo ha messo comunque: Paolo Romano, candidato anche lui nella lista di Fabrizio, eletto consigliere, è il figlio di Sabatino e Lina Carosi, figlia di Giovanna e Angelo).

Riportiamo l'intervista che Fabrizio Ciccarelli ha concesso a News-Town con l'ufficilità dell'incarico di coordinatore del movimento Il Passo Possibile.

Auguri di un buon e proficuo lavoro da info@tussio.it

 

da News-Town del 13 luglio 2017

'Il Passo Possibile' si struttura. Ciccarelli: "A settembre, via alle iscrizioni"


di  Nello Avellani

"E' stata una bellissima esperienza, ci ha riempito d'orgoglio: 3 mila e 300 voti non sono pochi per un movimento nato nell'arco di 15-20 giorni. Si tratta di una responsabilità enorme: raggiungere un risultato del genere, chiedere il voto ed ottenerlo non è una cosa di tutti i giorni per chi, come me, non ha mai fatto politica attiva".
Di voti, Fabrizio Ciccarelli ne ha ottenuti quasi 300, l'11 giugno: è il primo dei non eletti della lista 'Il Passo Possibile', assemblata, pezzo a pezzo, da Americo Di Benedetto e che ha ottenuto l'8.7%, attestandosi come terza forza della città, dietro al Partito Democratico e a poche centinaia di voti da Forza Italia.
In questi mesi, Ciccarelli ha vissuto gomito a gomito con Di Benedetto: "Lo seguo dal 20 febbraio, in effetti: dunque, ho potuto vivere le varie fasi della campagna elettorale, dalle primarie passando per il primo turno e fino al ballottaggio; dal mio punto di vista, si è perso l'11 giugno: per motivi che non sono legati soltanto alla figura di Americo, le liste - e parlo di tutte le liste della coalizione - non hanno dato il contributo che potevano e, così, non si è raggiunto il 50% + 1 dei voti. Tra il primo e turno e il ballottaggio, ho visto un disgregamento delle componenti che avevano appoggiato Di Benedetto nella prima fase della campagna elettorale: alle varie riunioni, alle conferenze stampa, ai tanti comizi, oltre al Passo Possibile e a qualche elemento del Partito Democratico non s'è visto nessuno. Le altre liste si sono liquefatte. Per capirci: anche al comizio di chiusura, ad Arischia, c'erano una decina di candidati con la nostra lista, c'erano Stefania Pezzopane e Massimo Cialente e altri due o tre candidati del Pd. Lì, ho capito che in molti ritenevano di aver già vinto le elezioni".
Mancata convinzione dunque, "e un poco di stanchezza", aggiunge Ciccarelli: "non avendo vinto al primo turno, non c'è stata più la forza di reagire e ci siamo chiusi un poco in noi stessi. Al contrario, Pierluigi Biondi ha avuto una forza diversa per stare tra le persone e coinvolgere il suo elettorato convincendolo a recarsi alle urne il 25 giugno".
Ciccarelli non crede a chi, in questi giorni, ha ipotizzato si sia materializzato il tentativo, sfuggito di mano evidentemente, di tarpare le ali a Di Benedetto, per evitare una vittoria troppo schiacciante che l'avrebbe reso ingombrante, in seno al centrosinistra: "Riuscire a fare un calcolo del genere sarebbe stato davvero troppo complicato, dal mio punto di vista; probabilmente, ci sarà stato qualcuno che ha pensato fosse meglio Di Benedetto vincesse col 50.1% piuttosto che col 60%: ma ritengo, sinceramente, che i motivi della sconfitta stiano altrove". Tra le cause, il travaso di voti dal centrosinistra al centrodestra, tra il primo turno e il ballottaggio, che molti analisti hanno attribuito alla decisione di candidare personalità politiche che, in passato, avevano militato altrove; a dire che gli elettori, avendo votato il centrosinistra l'11 giugno per il traino di alcuni candidati, due settimane dopo sarebbero 'tornate a casa': "è un'altra componente, non determinante tuttavia", riconosce Ciccarelli; "d'altra parte, l'elettorato del Passo Possibile non è soltanto di centrosinistra; anzi: nel mio caso, per esempio, chi mi ha dato consenso non viene assolutamente da una matrice di sinistra. Un movimento civico, come il nostro, i voti deve prenderli da persone come noi, che non hanno un'opinione definita ma valutano le persone e la loro storia".
Così, è maturato il risultato del movimento che, come detto, si è attestato come terza forza della città. E che si è già strutturato: "abbiamo una segreteria politica composta da 8 persone - e tra loro, i consiglieri eletti Elia Serpetti e Paolo Romano - affiancati da 4 professionisti che rappresentano una sorta di struttura tecnica, occupandosi dei rapporti con la stampa, della parte contabile amministrativa e così via; a me, è stato chiesto di svolgere il ruolo di coordinatore. Ci rivolgiamo alla città con un'apertura completa e, dunque, da settembre procederemo alle iscrizioni, non ai tesseramenti. Se avessimo vinto, sarebbe stato più semplice: in questa fase, invece, dobbiamo far capire ai cittadini che ci siamo, anche più di prima, e che il loro contributo è necessario". In questo senso, "il nostro movimento intende raccogliere - tramite assemblee cittadine - le proposte che stanno più a cuore ai cittadini, elaborando le richieste e dando mandato ai nostri consiglieri di rapportarsi con gli altri 9 esponenti di minoranza per poter produrre, così, proposte che abbiano già una concretezza numerica. Riteniamo che sia questo il modo per offrire un nostro contributo alla città".
Stando all'opposizione; a domanda sulla possibile convergenza in maggioranza dei consiglieri del Passo Possibile, entrambi candidati, nel 2012, col centrodestra, Ciccarelli risponde che "al momento, l'ipotesi è da escludersi: non abbiamo alcuna preclusione nei confronti di chi ha vinto la tornata elettorale; se ci saranno delle proposte condivise, se verremo coinvolti nelle scelte, non risponderemo certo di 'no': ci interessa il bene della città, e i problemi che viviamo quotidianamente non sono né di destra né di sinistra. In questa fase, non ha senso dire sempre 'no'".
Il coordinatore del Passo Possibile non si è sottratto neanche ad un commento su quanto sta accadendo in queste ore, a seguito della riunione di coalizione che, ieri sera, è finita tra urla e veti incrociati: "La linea con Americo è comune", precisa Ciccarelli; "ci riconosciamo nelle sue posizioni, il Passo Possibile - nel bene e nel male - è una sua creatura, stiamo lì perché crediamo in lui, nella sua passione politica e nei suoi valori. Ieri, è stata semplicemente rivendicata una posizione: troppo spesso, purtroppo, i movimenti cittadini vengono poco considerati. Abbiamo fatto presente che, se dovessimo seguire un principio numerico, dopo il Pd ci staremmo noi; abbiamo ribadito, però, che in un'ottica di solidarismo, se dovesse essere necessario fare un passo indietro lo faremmo volentieri, cedendo anche ciò che dovrebbe esserci riconosciuto. Per noi, conta tenere unita la coalizione, nonostante le difficoltà che ci sono".
Ciccarelli chiarisce che è stato 'Il Passo Possibile' - con altre componenti della coalizione - a proporre Di Benedetto come coordinatore: "senza un minimo di sistema verticistico - spiega - credo che la tenuta della coalizione non avrebbe vita lunga"; in questo senso, "è davvero difficile mantenere la coesione, ancor più difficile in virtù del fatto che, passata la pausa estiva, ci ritroveremo in campagna elettorale. A sinistra, c'è la volontà di costruire un partito forte, d'area. Dunque, non possiamo dire che si andrà sempre uniti, sarebbe una vera ipocrisia: alle politiche, nell'ambito della coalizione ci saranno tanti pezzi che andranno per conto loro. Ciò non pregiudica, però - secondo noi, almeno - il metodo da adottare per produrre un'opposizione costruttiva e per dare risposte il più possibile unitarie, su alcuni temi".
Stando alle politiche, Ciccarelli non nasconde che "si sta parlando, e se ne è parlato anche in seno al nostro movimento" di una possibile candidatura di Americo Di Benedetto alle Camera dei Deputati: "ciò che sarà, però, non è prevedibile al momento; in 10 giorni, le cose possono cambiare in modo talmente rapido che non possiamo certo stare qui a pensare alle politiche. Adesso, ci dobbiamo tuffare nella città, dobbiamo comprendere le esigenze reali dei cittadini e far arrivare le loro richieste dentro il Consiglio comunale, con l'aiuto della coalizione di centrosinistra e cercando, nell'unità di governo, una convergenza. Penso che Biondi abbia la voglia di essere il sindaco di tutti - me lo auguro, almeno - non soltanto della sua parte politica; per essere un grande sindaco, occorre ascoltare tutti. Altrimenti, si è un sindaco zoppo".

___________________________________

12 luglio 2017

Anche quest'anno, grazie al comitato dello scorso anno, il 19 e 20 agosto, si svolgeranno le feste religiose in onore di Santa Anatolia e della SS. Madonna Addolorata.

_________________________________

12 giugno 2017

Elezioni comunali 11 giugno 2017: comune di Prata D'Ansidonia

  Votanti a Tussio 64 persone

1 bianca

1 nulla

   

lista

candidati

Voti a Tussio

Voti a Prata

totali

Lista n° 1
Insieme per il territorio

PAOLO EUSANI

61

180

241

 

Carosi Luigi

39

 

 

 

Figurelli Antonio

  5

 

 

 

Aloisio Antonello

  1

 

 

 

Faraglia Valeria

  3

 

 

 

Galano Luca

  1

 

 

 

Fasciani Fabrizio

 

 

 

 

Fonti Fabiana

 

 

 

Lista n°2 Primavera di Prata

DANIELA LATTANZI

   1

 

 45

 

Iapadre Marilisa

  1

 

 

 

Feride Ibra

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista n° 3 La nuova realtà

ANGELO STORNELLI

 

 

   9

Lista n° 4 Uniti con voi

PIGNATELLI M.

 

 

   0

Nuovo consiglio elettorale:


PAOLO EUSANI sindaco


Carosi Luigi

Figurelli Antonio

Aloisio Antonello

Faraglia Valeria

Galano Luca

Fasciani Fabrizio

Fonti Fabiana

 

DANIELA LATTANZI

Iapadre Marilisa
Ibra Feride

Ai componenti del nuovo consiglio comunale, infoTussio, augura IL BUON LAVORO

 

__________________________________________

23 maggio 2017

da Pasqualino Giorgi

il 4 giugno 2017 la Acli di L'Aquila organizzano, presso il nostro Circolo Ricreativo,
la V edizione della festa annuale di tutti i circoli associati.
Sul manifesto c'è il programma della giornata.

il convegno è aperto a tutti. La popolazione è invitata a partecipare.

__________________________________________

23 maggio 2017

Il nostro amico Camillo Berardi, ingegnere e compositore di musiche di tante canzoni popolari, ci invia un nuovo componimento che si può ascoltare cliccando il link allegato.

Per la pubblicazione  sul "Piccolo
Giornale di Borgo," mando il
canto aquilano 'Ss'occhi con versi di Bice
Solfaroli Camillocci e musica di Camillo Berardi.

In questa canzone, il sentimento per la persona amata s'identifica con le bellezze della natura, e gli occhi dell'innamorata vengono paragonati ai fiordalisi azzurri e ai riflessi turchini dei laghetti montani. 

Allego i
versi del componimento con la traduzione in lingua e una foto. Segnalo, poi, il
link per visualizzare il video con l'esecuzione corale del componimento https://www.youtube.com/watch?v=Jmf1NtGs6Rs.

'SS'OCCHI
Versi di Bice Solfaroli Camillocci
Musica di Camillo Berardi

Rit.
Lustri so'  'ss'occhi
che porti 'nfronte
laghitti spersi
tra quesse montagne.
Belli so'  'ss'occhi
i' me cce 'ncanto,
so' fiordalisi
tra   'sse spighe bionde
che onde, uà!

1^ Strofa
Amore me',
Guarda, lu sole recala,
'nfoca lu celu
e  lla montagna rendora.
Po' l'aria resbafa
tra fojie e fiori revà,
mentre la sera sta pronta
s ôni e rumori a 'nzerra'.

Rit.
Lustri so'  'ss'occhi
che porti 'nfronte
............................
.............................

2^ Strofa
Amore me',
guarda, la luna renasce
e ppe' le  cime
l'ombra se spanne e ...  repasce.
'na stella 'ndorata
fa la cechetta cchiù là,
'na nuvoletta 'ngrifata
dondola, gira e po' va ...

Rit.
Lustri so'  'ss'occhi
che porti 'nfronte
............................
.............................

3^ Strofa
Amore me'
senti che pace, che incantu,
refiata l'erba
che remprofuma ecco 'nturnu.
E piôe 'na luce ...
lo verde argentu ze fa;
rresce smorzatu  'nu cantu
tra fronna e fronne revà.

Finalino
Amore me', no' me lascia',
'nsieme co' te vojio sogna'.

QUESTI TUOI OCCHI
(traduzione in lingua)
Versi di Bice Solfaroli Camillocci
Musica di Camillo Berardi

Rit.
Scintillanti  sono questi tuoi occhi
che hai nel volto
laghetti sperduti
tra queste montagne.
Belli sono questi tuoi occhi,
io mi ci incanto,
sono  fiordalisi
tra queste spighe bionde,
che onde, uà!

1^ Strofa
Amore mio',
Guarda, il  sole tramonta,
infuoca il cielo
e indora la montagna.
Poi l'aria si diffonde
tra foglie e fiori riva,
mentre la sera è pronta
a  chiudere suoni e rumori..

Rit.
Scintillanti  sono questi tuoi occhi
che hai nel volto
............................
.............................

 

2^ Strofa
Amore mio,,
guarda, la luna rinasce
e per le cime
l'ombra se spande e ...  ripasce.
una stella dorata
fa l'occhiolino  più là,
una nuvoletta ingrifata 
dondola, gira e poi prosegue ...

3^ Strofa
Amore mio,
senti che pace, che incanto,
respira l'erba
che profuma qui intorno.
E  piove una luce ...
il verde diventa argentato;
riesce smorzato un canto
diffondendosi tra fronda e fronde.

Finalino
Amore mio, non lasciarmi,
insieme a te voglio sognare.

Rit.
Lustri so'  'ss'occhi
che porti 'nfronte
............................
............................

_______________________________________

15 aprile 2017

suggestiva immagine durante la funzione del Sabato Santo

cliccare sulle foto per ingrandire

Anche quest'anno ammiriamo il sepolcro allestito dalle "donne e uomini" di buona volontà alla Congrega di Tussio per la Passione e la Pasqua del 2017

_______________________________________

7 aprile 2017

da Angelo Giordani

TUSSIO INVASA DALLA RIMPATRIATA DEI GIOVANI CAMPIONI AQUILANI A 30 ANNI DAL TITOLO TRICOLORE DEL RUGBY 1987

Tussio, 30.03.2017. Con grandi scritte sull’asfalto di benvenuto e tante bandiere mondiali sventolanti il nostro Tussio ha accolto con fierezza ieri, di fronte alla rinnovata e secolare fontana, i Campioni d’Italia di trent’anni fa. Di quella fantastica squadra faceva parte anche Piero Leonardis, nostro compaesano figlio del rinomato Professor Giovanni Leonardis e signora Elena.
Trent’anni dopo quel grande trionfo nella finale a Roma con il Petrarca-Padova allo Stadio dell’Acqua Acetosa, dove i nostri eroi mostrarono a tutti gli sportivi italiani i loro attributi di “forti e gentili”!
Quella grande corazzata aquilana si è voluta ritrovare dopo tanti anni con atleti, dirigenti, loro familiari ed autorità cittadine, ma all’appello purtroppo mancavano da anni due dei grandi protagonisti: Luigi Moroni ed il nostro amato Piero. E così, con un commosso tributo, sono venuti tutti a Tussio a rendere omaggio con fiori alla cappella di famiglia per circa un’ora e subito dopo al cimitero dell’Aquila per l’altro sfortunato atleta Luigi.
La “grande pattuglia” era capeggiata dai fratelli Dott. Alberto Leonardis (Presidente Giornale ”Il Centro”) e dalla Dott.ssa Francesca Leonardis.

Ricordiamo che al nostro grande ed accogliente Circolo Culturale a Tussio c’è una sala dedicata a Piero Leonardis, con il suo bel biliardo con cui si distraeva “ricaricando le batterie” dallo stress dello sport e dello studio

___________________________________

10 marzo 2017

Questa mattina abbiamo trovato, sul magazine Polis, un articolo su Tussio fatto da Angelo Colangeli.
Aldilà della visibilità del paese, riteniamo importante l'esposizione delle cose da fare, da parte delle amministrazioni e dalle scelte politiche, per evitare l'ulteriore spopolamento dei borghi di montagna.

Cliccate sul link e leggerete l'articolo.

il diario di borgo del giovedi le 91 anime di tussio

___________________________________

6 marzo 2017

Domenica 19 marzo si terrà la festa in onore di S. Giuseppe. 
Quest'anno si riesce a festeggiare il patrono di Tussio nel giorno a lui dedicato.
La Santa Messa sarà celebrata alle ore 12 con successiva processione 
per le vie del paese.

da Angelo Giordani

CON LA BENEDIZIONE DEL PANE LA FESTA DEL PATRONO SAN GIUSEPPE DELLA
PRIMAVERA E DEL PAPÀ TUSSIO APRE LE FESTA

Domenica 19 con il ritorno della primavera Tussio si accinge a festeggiare insieme il PATRONO San Giuseppe ed essendo la prima festa del circondario in tanti faranno ritorno da L'Aquila e Roma e altrove, anche per "campanilismo allegro" verso gli amici di altri paesi.
In questa occasione ormai secolare, si rinnova la benedizione alle ore 9 delle saporite pagnottelle di pane, con una sentita cerimonia in piazza del parroco Don Alessandro. A seguire anche un bel rinfresco con dolci del borgo che ognuno porterà con se per dar inizio anche alla festa dei PAPÀ, portatori del pane quotidiano in ogni casa.
Poi i procuratori faranno il giro del paese con la banda consegnando il pane benedetto alle nostre LADIES rimaste in casa a preparare prelibatezze per l'ottimo pranzo.
Alle ore 12 la solenne Santa Messa con l'immancabile Padre Carmine dei frati di Santa Chiara della nostra città, che ogni anno con l'appassionata omelia riconcilia tutti nel cuore.
Al termine tutti in processione con il Santo Patrono per le strade del borgo con canti religiosi. Dall'alto del maestoso campanile il vigoroso e continuo scampanellare dei giovani saliti fin lassù per far sentire a tutta la piana di Navelli e oltre la nostra gioiosa festa, senza spari e sprechi inutili!!!!

_______________________________________

6 febbraio 2017

Contributo di  Angelo Giordani

Alla soglia dei 100 anni – li avrebbe compiuti il 20 febbraio –  l’ottavo centenario di Tussio (vedi su “archivio notizie 2016”, 19 agosto 2016), si è spento Giovanni Carosi.
Si è addormentato mentre recitava il Rosario in diretta su Radio Maria, come ogni giorno, insieme alla moglie Maria.
Il 22 dicembre avevano festeggiato, con i figli e i nipoti, 71 anni di matrimonio. Fra i più duraturi in Italia.
Giovanni Carosi, soprannominato “ru scheletrë” per la sua magrezza quando era ragazzotto,  e anche “Giuannë ru scarparë”,  artista calzolaio, che per tutta la sua vita ha fatto camminare grandi e piccini e attivo fino a poche anni fa, avrebbe  raggiunto il grande traguardo dei 100 anni,  e sarebbe stato il “ 1° maschietto” dopo 7 donne centenarie, che noi ricordiamo, nel piccolo borgo.
A Tussio si stava già preparandola festa al Circolo Culturale Ricreativo.
 La sua dipartita ha sorpreso tutti perché l’anziano aspirante centenario godeva di discreta salute.
E invece, il 4 pomeriggio si è spento “felice” dopo pranzo.

Giovanni aveva sempre (tutto il giorno) la bottiglia di vino e la brocca d'acqua davanti. E il bicchiere, ovviamente.

Foto scattata il 6 giugno 2016

_____________________________________

23 gennaio 2017

Il nostro amico ing. Camillo Berardi, compositore di famose canzoni "aquilane", ci ha inviato l'ultima composizione dedicata al suo paese di origine: Amatrice.
Come sempre ci sentiamo onorati e la pubblichiamo a beneficio di tutti.

UN CANTO DEDICATO AD"AMATRICE
PATRIA MIA DILETTA" SVENTRATA DAL SISMA, CITTA' CHE FINO AL 1927
APPARTENEVA ALLA PROVINCIA DELL'AQUILA


Il sisma che il 24 agosto 2016 ha portato morte e distruzione in moltissimi borghi del Centro Italia, ha divorato anche la bella città di Amatrice, ricca di storia e di cultura, riducendola ad uno spettrale ammasso di macerie. 

Conosciuta in tutto il mondo per gli omonimi spaghetti, nel 2015 era entrata a far parte dei "Borghi più belli d'Italia":  oggi il ridente borgo appenninico non esiste più. 

Il musicista Camillo Berardi e il poeta Monsignor Luigi Aquilini hanno dedicato  al paese scomparso il canto "Amatrice Patria mia Diletta". Le note dolenti del componimento musicale accompagnano  le drammatiche  immagini della distruzione
contenute nel video accessibile con il link seguente: 

 https://www.youtube.com/watch?v=xQEoMWzFJhM

 

AMATRICE PATRIA MIA DILETTA

   (dilaniata dal sisma)

Versi di
Monsignor Luigi Aquilini

Musica di
Camillo Berardi

 

1^ STROFA

O Amatrice, patria mia diletta,                             

tu che grandeggi per le glorie avìte,                     

deh! Ora ascolta quel che il cuor mi
detta!             

Voi tutti amici miei udite udite!

Cara chiesetta amena della Croce!

Domini solitaria sull'altura

ove il pastor con l'eco della voce

invita il gregge suo alla pastura.

De la Matrice Tu sei la vedetta!

Dacci tu, sempre, segnali d'amore!

O Croce santa ovunque benedetta

a Te sia lode, gloria e tanto onore!

 

2^
STROFA

Non conoscesti Giotto, né il gran Santo,

ma i natali desti a un grande artista

che a la Matrice donò lustro e vanto

di Roma andando pure a la conquista!

Nicola Filotesio e poi Cappelli

esaltaron la terra amatriciana

affascinati dal pittor Crivelli

poi che lasciò la patria veneziana!

Un cappuccino vedesti poi santo:

fu dal sultan dei turchi al gancio appeso!

Lo liberò il Signor come d'incanto

Sì da tornare ad Amatrice illeso! 

 

3^
STROFA

La pastorella giù tra i boschi in fretta

Raduna il gregge incontro alla collina

ignara del mister che già l'aspetta; 

attratta dal fulgor la fronte china! 

Tra lo stupor dei dodici estasiati 

ascende Cristo al cielo, vera luce; 

qui sulla terra come figli amati 

per man sua Madre ancora ci conduce! 

Per voi difesi dalle antiche mura

ora propongo una meta ardita: 

"Amate il cielo azzurro e l'aria pura, 

cercate di salir tutta la vita!" 

________________________________________________

20 gennaio 2017

La "Protezione Civile" della Repubblica di Tussio in azione!

Franca Ranalli all'opera, seguita da Luigino e Tiziana.
(Foto di Alessandra Carosi)

___________________________________________

31 dicembre 2016

Anche quest’anno, grazziaddì, siamo qui “a fare” gli auguri di buon 2017.
Gli auguri sono per tutti.
Per tutti i paesani; per i non paesani che visitano il nostro “mondo”; per gli emigranti di prima, di seconda e di terza generazione che navigano nel sito, che è diventato, anche per loro, un punto di informazione e di contatto con il paese.
Gli auguri li vogliamo fare a quanti, che noi sappiamo, si collegano con più frequenza ad esso.
E li ricordiamo semplicemente con il loro nome: Dorando, Paolo, Pino, Domenico, Gianni, Peppino, Sergio, Luca, Carlo, Luciano, Angelo, Paoletta, Vincenzina, Carlo, Laura, Maria, Armando, Monia, Pasquale, Angelo, Peppone, Valérie, Paolo, Luigi, Tiziano, Pasquale, Roberto, Tiziana, Gabriella, Tonia, Pasquale, Franca, Roberto, Alessia, Gianluca, Stefano, Paolo, Nicola, Massimo, Serafino, Leonardo, Sergio, Maria Elvira, Giovanni, Luigi, François, Renzo, Stefano, Pietro, Maria Pia, Massimiliano …. forse non li citiamo tutti, ma li comprendiamo tutti nel fausto auspicio che desideriamo porre per il prossimo anno.

___________________________________________

10 giugno 2016

Abbiamo stilato una lista, a "memoria", di tutti i paesani che, nel 2016, "avranno" compiuto, o stanno per compiere, 80 anni.
Se manca qualcuno segnalatelo.

Ad essi porgiamo auguri di lunga e sana vita.

Famiglia/casa m f età nel 2016 anno di nascita
Leondina Ciccarelli 1 103 1913
Rosina de Rubeis 1 100 1916
Giovanni Carosi 1 99 1917
Velina Evangelista 1 97 1919
Nicolina Ciccarelli 1 96 1920
Giacomino Carosi 1 95 1921
Ada Colangeli 1 93 1923
Teresa Carosi 1 93 1923
Pasquale Pietrangeli 1 93 1923
Maria Zaino 1 92 1924
Iolanda Salvatore 1 92 1925
Elia Leonardis 1 91 1925
Gioconda Gesualdi 1 91 1925
Giovanni Ciccarelli 1 90 1926
Clorinda De Santis 1 90 1926
Paolo Grilli 1 90 1926
Velia Moscardelli 1 90 1926
Lucietta Leonardis 1 89 1927
Adina Leonardis 1 89 1927
Lucia Colangeli 1 89 1927
Giovanni Rossi 1 88 1928
Giovannina Leonardis 1 88 1928
Vanda Santogrossi 1 88 1928
Lida Moscardelli 1 87 1929
Linda Colangeli 1 87 1929
Antonio Ciccarelli 1 87 1929
Angelina Evangelista 1 86 1930
Bice Carosi 1 86 1930
Maria Rapini 1 85 1931
Iole Leonardis 1 84 1932
Benedetto De Rubeis 1 84 1932
Maria Pia Paolini 1 84 1932
Lina Carosi 1 83 1933
Maria Giamberardino 1 83 1933
Alfonsina Rapaccini 1 1 82 1934
Tonia Giordani 1 82 1934
Nazareno Portante 1 82 1934
Ezio De Meis 1 82 1934
Anita Gesualdi 1 82 1934
Antonio De Meis 1 82 1934
Avinia De Santis 1 82 1934
Carosi Adalgisa 1 81 1935
De Santis Guerino   1 81 1935
Santarelli Mario 1   81 1935
Rossi Maria 1 81 1935
De Meis Giovanni 1 80 1936
De Rubeis Pietro 1 80 1936
De Santis Domenico 1 80 1936
De Santis Giovanni 1 80 1936
Giamberardino Alfiero 1 80 1936
Giordani Carlo 1 80 1936
Padovano Mirella 1 80 1936

In grassetto sono indicate le persone che vivono a Tussio, tutto l'anno o in parte di esso:insomma tutte le persone che hanno la casa "aperta" o che non possono essere in paese per vari motivi.

La precedente tabella potete trovarla in: Archivio 2013

 

a cura di Toni Santogrossi

grafica e supporto tecnico: Giulia Cicerone