<% id_sezione = 2 %> *Benvenuti a Tussio* ____ Il paese più bello del mondo R

 

Piccolo giornale di Borgo

Notizie belle e brutte

Archivio notizie
- Archivio 2018
- Archivio 2017

- Archivio 2016
- Archivio 2015
- Archivio 2014
- Archivio 2013
- Archivio 2012
- Archivio 2011
- Archivio 2010
- Archivio 2009
- Archivio 2008
- Archivio 2007
- Archivio 2006
- Archivio 2005
- Archivio 2004

Tussio in foto

 

ARCHIVIO NOTIZIE - 2005



SCAMBIAMOCI UN SALUTO...NOSTALGICO

16 novembre 2005

da Giulia De Rubeis
ciao caro Tussio,

ho appena letto il nostro piccolo giornale del borgo e mi è venuta una grande malinconia dell'estate, quando, pur non essendo molto uniti, ci si divertiva.
Ho letto di quella rompiscatole di mia sorella che ha paura che la dimentichiamo, ma io credo che sia quasi impossibile.
Comunque vorrei salutare tutti, anche i più lontani, perché come dice lesia (che per una volta ha ragione) NON SONO I KILOMETRI A FAR DIMENTICARE I VERI AMICI E I VERI AFFETTI.........

UN GRANDE SMAK!!!!!GIULIA!!

___________________________________________________

25 ottobre 2005
da Alessia

Oggi sono particolarmente nostalgica..forse è per questo che navigo sul sito di Tussio o guardo continuamente la foto sul dekstop...
Stamattina mi sono alzata con una nebbia fitta ora invece c'è il sole..meno male... un motivo in più per essere contenti!
che dire?
niente.. volevo solo salutare tutte le persone a me care e dire che.. NON SONO I KILOMETRI A FAR DIMENTICARE I VERI AMICI, I VERI AFFETTI..
VI VOGLIO BENE

___________________________________________________

SCAMBIAMOCI UN SALUTO

14 ottobre 2005
da Renzo Cialfi

Ciao a tutti. Sono alla ricerca di foto scattate in occasione dei tornei di calcetto a Tussio, io giocavo come portiere. Grazie di scrivermi a quest'indirizzo: renzocialfi@yahoo.fr. Gradirei avere delle vostre notizie. Un saluto a tutti i Tussiani
 ___________________________________________________

11 ottobre 2005
da Lino Giorgi

Leggo oggi il giornale e scopro con piacere due nuove inserzioni, di persone che conosco da una vita, la mia vita, Tussio. E' bello vedere come un piccolo agglomerato di sassi, uniti da un pò di rena e non si sa da quale forza sconosciuta, sia per molta gente un motivo di bei ricodi, di bei pensieri, di voglia di aggregazione. Non c'è niente, eppure quel niente, fatto di persone molto diverse tra loro, riesce in varie occoasioni a creare spontaneamente un evento, basta l'idea lanciata da qualcuno che in poco tempo ti ritrovi a dover organizzare una festa, una cena, una scampagnata, una ruzzicata. Siamo numericamente le stesse persone che si trovano in un palazzone di Roma o di Milano, ma, a differenza di un condominio, noi ci conosciamo tutti da sempre e molto bene, una specie di grande famiglia. Ultimamente alcune nuove persone hanno scelto di venire a trascorrere un pò del loro tempo libero da noi, a loro va, sperando che leggano questo giornale, il mio, e credo anche quello dei Tussiani, benvenuto nel " paese più bello del mondo" .
Saluti a tutti.

p.s. ho scoperto leggendo una rivista di cultura e scienze che nell'appennino centrale, in tempi passati, si faceva un gioco chiamato "ruzzolone". Immagino stiate pensando come me alla nostra Ruzzica, approfondirò e riporterò tra queste pagine il risultato della mia ricerca.

___________________________________________________
11 ottobre 2005
da Alessia De Rubeis

Ciao a tutti,
mentre vi scrivo guardo fuori dalla finestra del mio ufficio, c'è un cielo grigio che penso esista solo a Milano!
Ho appena letto la mail del mio caro Andrea!!!
Io approvo in pieno tutto quello che dice: Tussio è un posto magico, un posto da "amore a prima vista", ed io lo so bene visto che ho vissuto li 25 anni!
E' quasi un anno ora che sono a Milano ma i miei pensieri sono sempre li: nei vicoli bui, nella piazza, al forno...si proprio al forno, vecchio ritrovo di notti indimenticabili.
Non scenderò a casa prima di natale…ancora due lunghi mesi immersa nel traffico cittadino ma vorrei mandare un forte abbraccio alla mia mamma, al mio papà, a Giulia e a nonna Alfonsina che io adoro!
Poi un abbraccio va ai miei amici del Forno dicendo loro: NON DIMENTICATEVI DI LESIAAAA!

PS: un abbraccio speciale a Barbara e a Stefano e al bimbo in arrivo!!!
Un saluto affettuoso a info@tussio.it che ci permette di comunicare tra di noi!!

___________________________________________________
10 ottobre 2005
da Andrea Lazzerini

…Innanzitutto vorrei cominciare con il salutare tutto TUSSIO, che è anche il mio splendido paese, per presentarmi sono LAZZERINI ANDREA; mi conoscete? Un abbraccio e un bacione particolare va a MARIO e LUISA e LINO e GIANFRANCO GIORGI che mi sopportano come vicino di casa e non solo da ben 26 anni e spero che lo faranno per altri 100 e un saluto anche a tutto il paese che lo fa nella stessa maniera. Questo paese ha un suo fascino e bellezza differente da tutti gli altri paesi del mondo credetemi, io queste sensazioni le ho ogni volta che ci vado e credetemi che ci sto tanto tempo durante l'anno, abbandono la calda capitale Roma quasi tutti i weekend per andarmene a Tussio anche durante l'inverno dove trovo alle 14 del pomeriggio -2 gradi di temperatura e verso la notte potete immaginarvelo da soli....adesso mi trovo a Firenze a casa di Sciabbel Paolo e tra poco me ne vado a casa di mio fratello. Per chiudere vorrei dire che voglio bene a tutti e dico tutti i ragazzi della magica piazza di Tussio e voglio mandare un salutone al magico mio maestro d'infanzia Super Sciabbel Manolo che conto di rivedere molto presto....buonanotte e come al solito ringrazio Dio per avermi dato la fortuna di avere Tussio e quindi EVVIVA TUSSIO....

___________________________________________________
15 settembre 2005
da Gianfranco Giorgi

Bilancio demografico anno 2004 e popolazione residente al 31 Dicembre
Comune: Prata d'Ansidonia

pop iniziale: Femmine 281; Maschi 266; Totale 547
nati: femmine 2; maschi 1; totale 3
morti: femmine 3; maschi 2; totale 5
iscritti: femmine 14; maschi 5; totale 19
cancellati: femmine 8; maschi 7; totale 15
pop dic. 2004: femmine 286; maschi 263;
totale 549
Fonte ISTAT

ho trovato questo bilancio positivo e volevo farvelo vederechi sa se il merito è il nostro o di quelli di Prata o di San Nicandro.

 ___________________________________________________
13 settembre 2005
da Lino Giorgi

Ciao a tutti, come avete potuto leggere qui tra le righe del piccolo giornale di borgo, il nuovo comitato feste è stato nominato, secondo tradizione l'8 settembre alla Madonna di Loreto. E' formato anche e soprattutto da persone giovani che non hanno mai fatto parte di alcun comitato (ma che partecipano sempre alla realizzazione delle feste dando una mano agli organizzatori), gli "anziani" siamo soltanto tre. E' importante che ancora la volontà di fare, per il nostro paesello, alberghi nel animo dei giovani. Avranno (avremo) un'intera invernata, per pensare, per preparare le nostre feste. Per farle belle, per far partecipare "tutti", per far divertire tutti. I presupposti ci sono. Augurateci (auguriamoci) un buon lavoro.
Un saluto a tutti i Tussiani.

P.s. sapevate che il 9 settembre è S.Tussio

___________________________________________________

8 settembre 2005

Oggi è la Madonna di Loreto; come vuole la tradizione, durante la Santa Messa sono stati comunicati i nomi dei PROCURATORI per le feste di Santa Anatolia e della Madonna SS. Addolorata per il 2006.
Essi sono:
Antonio Cialfi
Simona Colangeli
Luca Giordani
Lino Giorgi
Pierluigi Giorgi
Federico Di Giuseppe
Doriana Legge
Armando Pietrangeli

___________________________________________________

Alla sezione CURIOSITA', nel paragrafo delle FILASTROCCHE potete leggere le splendide poesie di Vanda Santogrossi in Casilio dedicate al nostro Paese
 ___________________________________________________

20 agosto 2005

Il prode Angelo Giordani con la solita tempestività e attaccamento al Paese ci ha ricordato quante e quali persone vivono a Tussio in veneranda età, scrivendolo a caratteri enormi lungo la strada che sale per l'aia. Riportiamo integralmente il testo aggiungendo il nostro augurio di sana, serena e lunga vita.

PLAUDIAMO I NOSTRI CARI VECCHI 90ENNI CHE CON GRINTA VOLANO VERSO I 100 ANNI

PIETTA – Menelicch' – l'8 settembre ne compie 99 di anni
DANIELE – Coluccio
MARIA – Miscione
ANGELINA – d' Ricuccio
VALENTINO – la Picetta
LUCIETTA – ru Gobb'
SERAFINA – ru Surgent'(o)
DOMENICO – sor Domenico Cantera
GIOVANNI – ru Scarpar'(o)
LISETTA – d' Tarall'(o)
DOMENICA – d' Santaregli'(o)
ROSINA – Coluccio
LEONTINA – d' Ciccaregli'(o)
PEPPINELLA – la Quagliarella
GINETTA – d'Alesio
GIOVANNINA – di Zaccaria
JACK – l'americano – (il più giovane ne mancano 6 per arrivare a 90)
ROSARIA – rastrella
ROSALBA – ruvardabosc'(o)
suor EVELINA – Capanna

ALLEGRIA ALLEGRIA COMPRATE CASA A TUSSIO VIVRETE A LUNGO!!!

___________________________________________________

25 luglio 2005
Siamo Parenti

Sono Giovanni Antonio Leonardis De Santis il figlio di Anna De Santis e Marino (Eligio) Leonardis, fratello di Filiberto, Pippo e il mio zio, fratello di Anna, stiamo commosi per ma morte de Antonio Cicerone Zio di mio Padre Marino (Eligio ) e del suo fratello Nino, condoglianze a Gianna, genero e nipoti, Mamma Anna De Santis e conmossa per la morte di Maria De Santis condoglianze a Domenico, Angelo e Maddalena.
Saluti dal Venezuela a voi, e a tutti i parenti.

Da Anna De Santis, Pippo De Santis, Marino ( Eligio ) Leonardis e Nino Leonardis.

___________________________________________________

23 giugno 2005
FORUM FESTE DI SETTEMBRE

Forse, quest'anno le feste non saranno più di SETTEMBRE ma di AGOSTO.Cosa ne pensiamo? Scambiamoci le impressioni.SCRIVETE

___________________________________________________
1 settembre 2005
Ciao sono Carlo De Rubeis (procuratore delle feste).

Dopo le tante polemiche in piazza per lo spostamento delle feste,  penso che i fatti ci hanno dato ragione.
Abbiamo visto le persone  partecipare a tutto ciò che è stato organizzato dal comitato con molto entusiasmo!
Credo che anche se molte persone, come si suol dire, ci hanno “gufato”per le cene in piazza  poi hanno avuto lo stesso un grande successo!!!.
Mi dispiace solamente per la mal riuscita dei gonfiabili per i bambini! .

___________________________________________________
1 agosto 2005
da info@tussio.it

info@tussio.it ringrazia il popolo di Tussio per l'ampia e sentita partecipazione al forum su “Le feste saranno di settembre o di agosto”.
Quello che ci ha colpito è la pacatezza del dibattito.
Ognuno ha espresso in modo chiaro e completo la propria posizione sullo spostamento della data della festa di Santa Anatolia e della Madonna Addolorata.
Probabilmente questa è la strada giusta per affrontare qualsiasi problema del Paese; dialogare a distanza senza pre-giudizi, senza  pressioni, senza condizionamenti, senza violenze verbali, senza risentimenti personali. Se riteniamo il “Piccolo Giornale di Borgo”il mezzo di incontro utile a farci dialogare più serenamente e a tenerci più uniti, sfruttiamolo: tutti, nessuno escluso. Nel mese di luglio, grazie all'intenso dibattito, abbiamo raggiunto la staordinaria cifra di 475 cliccate.

___________________________________________________
30 luglio 2005
da Gianfranco Giorgi

Scrivo per dire la mia sulle feste ad agosto. Credo che sia stata una saggia decisione quella di spostare le feste per due ragioni: primo sarà certamente maggiore la partecipazione della gente molto più libera e disponibile al divertimento, secondo ogni cambiamento che riguardi le tradizioni dovrebbe essere visto come segno di vitalità e/o rivolta contro la noia che uccide i nostri caratteristici paesini di montagna; quel poco di fermento che questa storia ha creato nelle nostre discussioni invernali non può aver fatto che bene. Io le ricambierei tra due o tre anni, magari le facciamo a luglio!!Poi possiamo vantarci di essere forse gli unici al mondo a fare "le feste di settembre" in agosto. Vi pare poco?

 ___________________________________________________
25 luglio 2005
da Lino Giorgi

Scrivo nuovamente al Piccolo Giornale di Borgo per esprimere il mio parere favorevole su questa sofferta decisione di anticipare le feste ad Agosto (come penso si era intuito dal mio precedente intervento sull'argomento). Sono convinto che saranno belle e con molta partecipazione, perché quella settimana li, più o meno tutti, saremo in ferie, le potremo godere con molta più tranquillità.Rispondo poi a Paolo (di Firenze) in merito al Ceres Day. Si questa è la quinta edizione e pare dal numero presunto di partecipanti che si stia riproponendo come l'ultima edizione, quella di due anni fa. Oramai è diventata una tradizione, a cui con il passare degli anni si sono affezionati anche i ragazzi che alla prima edizione avevano si e no 13 anni e che oggi invece sono una costante della "piazza". Tussio è bello anche per questo, perché più generazioni riescono a coesistere e ad organizzare momenti di aggregazione pura come lo è il Ceres Day, una sera fatta per divertirsi e stare insieme, senza altre motivazioni e soprattutto senza altri scopi.

p.s. la frase corretta, nata una sera non meglio precisata tra il 94 e il 95 e che si può ancora trovare scritta sull'anta di una porta della piazza è: " .......... PERCHE', LE NOTTI DI FUOCO NON SI FANNO CON L'ACQUA!!!". Ciao a Tutti

 ___________________________________________________
23 luglio 2005
da Paolo De Santis

Ciao a tutti. Ho aspettato che venisse presa una decisione ufficiale a riguardo, per dire la mia su "Le Feste". Sono reduce da due settimane di ferie al paese e devo dire che sono state tra le più belle degli ultimi anni. Tranquillità, relax, aria buona, gente stupenda e ancora tante cose da scoprire, sia a Tussio che nei dintorni. E credetemi che giugno/luglio è il periodo migliore per apprezzare la magia che questo borgo riesce ancora a trasmettere. Per quanto riguarda le feste, secondo me è stata presa la decisione più saggia. Si era arrivati ad un punto che si doveva scindere il momento di aggregazione spirituale da quello popolare. E' vero che la ricorrenza religiosa è a settembre, ma è pur vero che molta gente non ha mai potuto parteciparvi per ovvi motivi. Dare la possibilità a queste persone di farlo mi sembrava doveroso, mantenendo gli appuntamenti di settembre per onorare i santi e per un momento di riflessione. Non penso che la scelta di farle ad agosto sia per fare un piacere ai romani, semmai per qualcuno che vive più lontano di loro. Mi ricordo che la mia prima partecipazione fu nel 1983 e fu per me una grande emozione, per il fatto che gli anni precedenti, pur trascorrendo tutto il mese di agosto a Tussio, dovevo improrogabilmente partire l'ultimo del mese. Inoltre agosto è un mese "festaiolo" e sono sicuro che l'atmosfera di quest'anno sarà ancora più magica. Comunque apprezzo molto le cene in piazza. Negli ultimi anni sono riuscite molto bene. Quello è il vero momento "intimo" di Tussio... Quest'anno ci tocca anche il Ceres Day. Nato quasi per caso se non sbaglio 8 anni fa (?) ci accompagna ormai ogni due anni e soprattutto l'ultima edizione è stata memorabile. Anche qui ci sono due correnti di pensiero: una che vorrebbe circoscrivere al paese la partecipazione al CD, l'altra è di aprirsi anche ad amici ed amici degli amici, che volessero parteciparvi.
Io penso che il CD è nato per pochi intimi e poi con il passare degli anni, sia per la riuscita delle serate, sia per un sempre più alto numero di bevitori di Ceres, si è allargato, ma mai a dismisura. Io non dico di attaccare manifesti in giro per i paesi, ma se ci sono inviti selezionati, ben vengano, ma ben si comportino, perchè abbiamo un ottimo servizio d'ordine ... Un saluto a tutti. PERCHE' LE NOTTI DI FUOCO NON SI FANNO CON L'ACQUA. P.S. Dite la vostra sul Ceres Day.

 ___________________________________________________
18 luglio 2005
da Domenico Cicerone (Dorando)

---------------E' UFFICIALE----------------

Domenica 17 luglio don Samuel ha predicato che le "Feste di settembre" si faranno il 20 e 21 agosto prossimi in modo "tradizionale".
La decisione è stata presa in un incontro convocato dal Parroco della "Repubblica " di Tussio con il Comitato Parrocchiale ed il vecchio Comitato Feste incontratisi presso la canonica. Dopo ampia discussione si è arrivati anche alla decisione di accantonare in occasione di questue per la raccolta dei fondi per le Feste Patronali, di settembre e di marzo, una cifra da destinare alla Cassa della Parrocchia, per meglio fronteggiare i problemi di natura economica che si presentano. Le cene in piazza organizzate in occasione ed in onore delle Feste  saranno fatte il 10 e il 17 agosto.Con l'augurio di essere sempre uniti per far sopravvivere alcune tradizioni, invito tutti a collaborare.

___________________________________________________
16 luglio 2005
da Domenico Col angeli

Chi avrebbe detto, solo qualche anno fa, che nell'estate 2005 si sarebbe parlato delle "Feste di Settembre" oltre che in piazza (luogo da sempre deputato a questo) anche in un forum su internet? Penso, con tutto l'ottimismo possibile, nessuno; eppure è successo anche questo.Anche questo è un segno dei tempi. Tornando al tema, io sono favorevole allo spostamento per le motivazioni già dette da altri (la scena della serata in piazza è stata efficacemente descritta da Franz e Tonia). Spero solo che qualsiasi decisione venga presa, non crei l'ennesima spaccatura e lacerazione dei rapporti tra favorevoli e contrari come purtroppo è quasi sempre successo quando si è cercato di cambiare (ricordiamo tutti le tragedie quando è stato sostituito il lunedì con il sabato qualche anno addietro). Non dimentichiamo comunque che le Feste o di "Settembre" o di "Agosto" sono sempre le "Feste" e per tradizione dovrebbero essere un momento di aggregazione e non di divisione, al di là delle preferenze personali sulle date in cui festeggiarle. A proposito ma quest'anno le Feste si faranno? Speriamo!!! in tal caso buone Feste a tutti, ai Tussiani di nascita, a quelli di adozione ma soprattutto a tutti coloro che quel giorno vorrebbero esserci e non possono perché si trovano in giro per l'Italia o per il mondo.

___________________________________________________
12 luglio 2005
da Alessia De Rubeis

Agosto o settembre? Che interrogativo difficile per chi come noi è abituato alle tradizioni, alla routine degli anni, a sapere che la prima domenica di settembre (nonostante il freddo dei tutti gli anni) è festa a Tussio!!Da parte mia credo che spostare le feste patronali ad agosto non sia sbagliato anzi lo ritengo un cambiamento giusto sia per il clima (noi tutti sappiamo quanto faccia freddo la sera mentre ascoltiamo l'orchestra!) sia per dar modo a tutte quelle persone che tornano in vacanza a Tussio di partecipare anche fisicamente alle feste.
Purtroppo a settembre la maggior parte della gente ha terminato le ferie e, quasi sempre, ci siamo ritrovati in pochissimi in piazza nel pomeriggio a partecipare ai giochi e a rincorrere quei pochi bambini rimasti!!!Quindi, per una volta, non esitiamo a cambiare!! Cerchiamo di vedere il lato positivo delle feste ad agosto! Solo provando, l'anno prossimo, potremmo dire se era giusto cambiare o no!! INSOMMA...PROVARE PER CREDERE!UN CIAO A info@tussio.it  E A TUTTO IL POPOLO TUSSIANO DAL NORD!!!!

___________________________________________________
8 luglio 2005
da Paolo De Meis

caro info@tussio.it sarebbe meglio Agosto ma ormai nei dintorni si sa che a settembre la prima domenica è festa a Tussio.

___________________________________________________
4 luglio 2005
da Renzo Cialfi

sono Renzo della Francia. Per una volta se fate la feste nel mese di agosto potremo vederle. tanti saluti

___________________________________________________
2 luglio 2005
da Giulia De Rubeis

Ciao caro Tussio,volevo dire che io sono d'accordo con chi vuole spostare le feste ad agosto.Noi “piccoli”, in queste occasioni, vogliamo una compagnia che si rispetti e, ad agosto, c'è sicuramente più gente.!Non parlo solamente della calorosa compagnia che i “romani”ci regalano ma  è anche per il magnifico coro che accompagna la cerimonia religiosa.La sera è bello, come dice Franz, poter ballare e rimanere fino a tardi a chiacchierare,cantare e giocare.Stare in compagnia con i nostri amici che ogni anno tornano al paesello per me è la cosa più bella !!!!!!!!!!Un bacione Giulia

___________________________________________________
1 luglio 2005
da Paoletta Pietrangeli

Chi scrive è una persona che, da sempre, ha partecipato allo svolgimento delle "feste di settebre" o da procuratrice o da"dietro le quinte"!!!Personalmente vi informo che io, insieme al vecchio comitato,ci siamo recati dal nostro Sacerdote per proporci come procuratori di quest'anno così rivoluzionario poichè eravamo stati noi i promotori del cambiamento. Lui però non ha accolto la nostra proposta e quindi.. i posti da procuratori sono vacanti!!!!!Si è cercato di spiegare che sono sempre le stesse persone a fare le Feste anno dopo anno ma Lui non ha voluto sentire ragioni!!Quindi.. AAA Cercasi Nuovi procuratori che comunque saranno sempre aiutati e sostenuti da quelle persone che, ogni anno che si rispetta, si adoperano affinchè "l'estate tussiana" sia più bella!

ps: leggendo la mail di Lino rispondo che è vero che senza i nostri amici romani non ci sarebbe più Tussio! Sono loro, insieme a pochi di noi, che amano veramente questo nostro paesello e fanno sì che Tussio continui con le sue estati e i suoi inverni( esempio la ruzzica, il ceres day, le cene in piazza).

___________________________________________________
29 giugno 2005
da Franz Pauli e Tonia

Caro info@tussio.it... memori delle sere di settembre in giacca a vento per cercare di combattere il freddo, insieme a POCHI INTIMI, non possiamo che essere d'accordo con la proposta di spostare i festeggiamenti ad Agosto. Sicuramente si darebbe la possibilità di partecipare anche a quelli (e non sono pochi!) che, pur avendo dato il loro contributo, sono costretti a tornare agli "amati" luoghi di lavoro.In secondo luogo ne acquisterebbe in qualità anche lo spettacolo in piazza: le avvenenti cantanti in minigonna ,non essendo più costrette a combattere con i rigori delle basse temperature, mostrerebbero di sicuro più "VERVE" (Come si dice a Tussio, sarebbero più "ANDISTE"!!!) Vi salutiamo con affetto, Franz e Tonia

___________________________________________________
28 giugno 2005
da Vincenzo Cicerone

Da diversi anni le Feste di settembre avevano subito un adeguamento al cambiamento dei tempi e delle situazione. Durante il mese di agosto il comitato feste ed i presenti di buona volontà hanno organizzato cenette, giochi e incontri culturali per dare più vitalità e interesse all'estate tussiana ed ai suoi protagonisti, la conclusione della stagione era rappresentata dalla festa religiosa dedicata alla Vergine e a Santa Anatolia. L'anticipazione di questa festa rappresenta l'accorciamento dell'estate ed il distacco da un tradizionale appuntamento “arrivederci alle feste di settembre” con il quale i residenti e gli emigrati in Italia e nel mondo si salutavano. I tempi sono cambiati, gli emigrati sono invecchiati e tornano sempre meno, i loro figli sono cresciuti in altri luoghi e sentono meno l'attaccamento al paese, altri sono condizionati delle chiusure delle fabbriche e non possono scegliere liberamente il loro turno di ferie, altri ancora le distribuiscono durante l'arco dell'anno e possono disporre di periodi più brevi ed ognuno vorrebbe che le feste coincidessero con il periodo a loro più comodo. Da quando ero bambino si parlava di spostarle perché la prima domenica di settembre era festa in troppi luoghi e le bande costavano di più, perché la sera spesso faceva fresco e non si stava bene in piazza, ma negli oltre 50 anni della mia memoria erano rimaste solo chiacchiere. Qualcuno l'anno scorso prese l'iniziativa di apportare effettivamente dei cambiamenti, se ne discusse a gruppetti in piazza, per strada, al circolo, furono raccolte dai componenti del Comitato Feste delle adesioni, furono consegnate al parroco il quale ne parlò alla festa della Madonna di Loreto e furono anche affissi i risultati, si lanciò la proposta di riforma per il comitato feste, ma finora non sono a conoscenza né del nuovo comitato né di quanto sarà effettuata la festa. Comincio a dubitare che le Feste siano alla fine, diventate una seccatura sopportabile se le organizzano gli altri e, al contrario un impegno insopportabile se dobbiamo organizzarle noi. Un dibattito pubblico sarebbe occasione per riflettere sulle intenzioni della cittadinanza nei riguardi del modo e del tempo di farle, della composizione del comitato feste e di un suo regolamento, del rapporto tra Comitato feste, Parrocchia e concittadini, sul significato spirituale di esse. Mi piacerebbe che qualcuno mi spigasse la connessione tra la spiritualità religiosa delle feste e la presenza occasionale del “villeggiante”. L'estate tussiana può essere programmata come meglio si vuole purché ci siano i soggetti disposti a farlo, ma l'appuntamento religioso di settembre fa parte della nostra identità spirituale tanto è vero che alla stessa data veniva e viene ancora festeggiato da chi si trova in luoghi diversi da Tussio.
Un saluto cordiale a tutti.

___________________________________________________
28 giugno 2005
da Domenico Cicerone (Dorando)

Personalmente non sono stato interpellato e non ero favorevole a spostare tale data, si potevano trovare altre soluzioni, ad ogni modo il problema è trovare i "procuratori" visto che alla data odierna solo due famiglie sembra abbiano aderito alla proposta.
A presto a Tussio

___________________________________________________

27 giugno 2005
da Lino Giorgi

Le feste "di Settembre" sono state sempre un argomento che accende gli animi dei tussiani, quest'anno poi è come un sentiero che corre sul ciglio di un burrone, bisogna portare molta attenzione per non cadere, per non perdere questa nostra tradizione.Il cambiamento non è detto sia sbagliato, magari si restituisce nuova vitalità ad una ricorrenza che altrimenti col tempo rischia di perdersi. La discussione nasce dal fatto che molte persone sono convinte che le feste sono state anticipate solo per fare un piacere ai "romani" . Ricordiamoci che senza di loro che hanno scelto da sempre di passare con noi l'estate , i fine settimana, le vacanze invernali, il nostro paese sarebbe finito molto molto tempo fa. Sì ci sono i romani, gli aquilani, i pescaresi, "i cremonesi", i fiorentini, i tedeschi, gli americani, etc... Sono tutti nostri amici che comunque vivono con noi sia i momenti di festa, sia i momenti tristi, sono quelli che si fanno coinvolgere più spesso, sono quelli che investendo i loro soldi nel sistemare le case del nostro paesello hanno reso Tussio ancora più bello e soprattutto non le hanno fatte crollare quelle case. Però, lo sport preferito di certa gente è parlare solo in "separata sede" e spesso a sproposito: così rischia di fare un grosso danno.A mio avviso il problema vero di cui discutere non era perchè sono state spostate le feste, ma come è stato fatta questa operazione. E' vero ci sono state delle " consultazioni" casa per casa per cui una buona maggioranza era favorevole ad anticiparle, però doveva essere solo l'inizio del processo di cambiamento, occorreva poi indire una assemblea popolare in chiesa (per esempio) in cui spiegare le motivazioni, in cui dare modo alle persone di dire il loro punto di vista, far nascere un dibattito, sicuramente dai toni duri, ma vero e fatto alla luce del sole, con magari anche delle votazioni ufficiali, così tutti potevano chiarire in maniera netta la loro posizione, assumendosi anche la responsabilità se le cose andavano male sia nel caso di anticipo che nel caso di non cambiamento, in cui potevano dire di non fare l'offerta alla festa motivandola davanti a tutti. Ma questo non è stato fatto. Ci saranno sempre le persone che non hanno gli attributi per mettersi davanti a lavorare, a usare le loro ferie per Tussio, a ricevere critiche qualunque cosa si faccia, che sanno solo stare fuori .Poi era stata fatta una proposta di istituire una lista permanente di persone da cui attingere i procuratori di volta in volta. questa idea, di cui qualcuno si è preso l'esclusiva paternità, era nata una domenica mattina in piazza da pochi giovani tussiani, voleva essere un modo per supportare il cambiamento. Ma anche qui è stato sbagliato il modo di proporre le cose. Abbiamo risposto solo in due (io e mio padre) forse perchè noi ci teniamo particolarmente a questo mucchietto di case fatte di sassi sperduto sulle montagne che è la nostra casa. Comunque vadano le cose e chiunque faccia le feste questa volta , dovrà avere tutta la nostra collaborazione come sempre. Chiudo con un animo fiducioso per questo cambiamento, confidando nei valori espressi dallo stemma di Tussio: "forza", "magnanimità d'animo" e soprattutto " elevatezza intellettuale". Ciao a tutti i tussiani, di nascita e acquisiti.

___________________________________________________

7 luglio 2005

So quanto tempo si è lavorato per la costruzione sito, almeno con l'idea, perciò, pur non essendo "tussiana", ogni tanto mi piace visitare www.tussio.it:  il mio preferito è "curiosità". Anche ieri ho letto il piccolo giornale di borgo e ho provato un po' di invidia di fronte all'emozione evidente che traspare dai messaggi: persone che non si sono mai incontrate sono "legate" dal forte sentimento di amore e nostalgia per Tussio. E, chi non ha origini tussiane, si sente escluso da questa congrega/ associazione/ compagnia orgogliosa di "appartenere" a Tussio. Gli estranei non possono capire, soprattutto se sono nati in città, dove non nascono questi legami, e ci si sente come di fronte a qualcosa di segreto, a cui non si può partecipare. Maria Grazia Di Virgilio

________________________________

23 giugno 2005
FORUM FESTE DI SETTEMBRE

Forse, quest'anno le feste non saranno più di SETTEMBRE ma di AGOSTO.Cosa ne pensiamo? Scambiamoci le impressioni.SCRIVETE
___________________
7 giugno 2005

Ciao, oggi in un momento di navigazione dal computer dell'ufficio (abusivamente appropriatomi di password altrui), sono tornato a visitare il sito di Tussio per iniziare la sponsorizzazione del Ceres Day 2005. Con cadenza biennale, per chi non lo sapesse, una sera di metà agosto in piazza si festeggia a birra Ceres e arrosticini, finchè ce se la fa o come capita spesso finchè finiscono le scorte (che aumentano ogni volta). Questa sarà la 5° edizione e non servirebbe un appello perchè è una cosa che si sa, però mi va di farlo dal sito di Tussio per consegnare definitivamente questa festa alle tradizioni tussiane. Ragazzi ci vediamo ad Agosto, tutti!!! In particolare faccio un appello ai tussiani fiorentini (Paolo in primis che è stato l'ideatore, "ormai" 10 anni fa). Ciao a tutti Lino Giorgi

___________________________________________________
8 maggio 2005
ATTENZIONE  ATTENZIONE

chi ha informazioni e le invia al compaesano che ci scrive dal Venezuela farà cosa bella e gradita; questa è la mail che ha fatto pervenire a info@tussio.it:
I miei genitori sono di tussio, mia madre e Anna de Santis viveva vicino a la fontanella, ancora mia nonna vive li con mia zia adele, mio padre e Marino Leonardis, fratello de filiberto, siamo in venezuela, citta maracaibo, stiamo contenti con il sito, ricordi belli, per mamma e papa, vorrenmo sapere se ancora vivono molti amici que anno lasciato cuando nel 1946 sono venuti a venezuela, il mio mail e gals51@hotmail.com , un´altro giorno vi envio le fotografie no oslo actuale seno cuando sono arrivati. saluti a tutti, specialmente a mia nonna Giovannina.

___________________________________________________
16 gennaio 2005

Al capitolo “LE ORIGINI” è stato inserito l'elenco dei SOPRANNOMI usati a Tussio. Ho iniziato a raccogliere materiale nell'agosto del 1993; mi incuriosiva sapere quali e, se possibile, quanti soprannomi riuscivo a farmi dire dalle persone del Paese: sia degli anziani sia dei giovani (perché anche i giovani fra di loro si “danno” i soprannomi). Ho trovato, e ne ero certo, la massima collaborazione e la memoria principale nel “ru maestr'(o)” Giuseppe Cicerone. Gianni De Rubeis con  tanta  disponibilità ha riportato il frutto della ricerca sul computer, permettendomi di ordinare nella maniera più razionale tutto il lavoro e di quantificarne la “portata”. In un paese che  oggi conta forse 80 abitanti stanziali, sono riuscito a recuperare più di 430 soprannomi. Il lavoro, ovviamente continua finché c'è gente e finché si continueranno a “dare” soprannomi. Fra tutti i soprannomi ci sono quelli “caratterizzanti” che hanno completamente sostituito il nome di battesimo, e quelli, invece, che esistono e si ricordano solo nell'arco di una stagione, e altri, infine, che sono utilizzati da un gruppo così ristretto di paesani da non poter identificare la persona.Come sempre chiedo la collaborazione di tutti: vi invito ad ampliare questo elenco, a correggerlo se ce ne fosse bisogno, e a non offendervi di fronte a soprannomi poco graditi.

_________________________________

a cura di Toni Santogrossi

grafica e supporto tecnico: Giulia Cicerone